Archivi tag: riabilitazione cognitiva

Incontro di lunedì 11 novembre

L’appuntamento con il Gruppo Attivamente Anziani si è aperto con la rievocazione della data del giorno, il recupero delle coordinate della propria abitazione e una stima circa la distanza posta tra la propria residenza e il luogo di incontro. Tale apertura ha consentito la stimolazione dell’orientamento temporale, dell’orientamento spaziale e della capacità di stima, importante processo mentale a carico dei lobi frontali, che ci permette di generare una risposta nuova e strategica a partire da alcuni dati reali a disposizione.

Le attività del pomeriggio hanno ruotato attorno al Santo della giornata. Ad esempio, è stato richiesto di leggere e completare la poesia San Martino, al fine di esplorare la reattività comportamentale di ogni anziano ad un materiale precedentemente appreso e consolidato. La lettura di poesie aiuta a far emergere sentimenti interiori e attiva il cervello nella sua interezza (dal sistema limbico per la gestione delle emozioni alle aree medio-temporali per la rievocazione del materiale dal magazzino di memoria a lungo termine).​

La nostra Rosanna durante la lettura della poesia San Martino
La nostra Elsa durante la lettura della poesia San Martino

Sono stati successivamente presentati dei proverbi legati all’autunno e a San Martino, con la richiesta di completarli. I proverbi sono modi di dire presenti nel linguaggio comune, talmente radicati nella nostra memoria che rappresentano degli automatismi che racchiudono in sé le regole del vivere quotidiano. Comprendere e decifrare un proverbio presuppone una capacità di astrazione e di ragionamento che negli stati di demenza può venir meno. É possibile, comunque, che anche una persona con marcato deterioramento cognitivo possa riuscire a completare un proverbio grazie ad alcuni precisi spunti, in grado di guidare la rievocazione dalla memoria. E qui la parte iniziale del proverbio ha effettivamente guidato i nostri partecipanti nel giusto completamento, attingendo in maniera ottimale al loro patrimonio della memoria semantica.

Le nostre Vilma ed Elsa con alcuni proverbi legati a San Martino

La musicoterapia ha permesso l’integrazione spaziale, temporale e sociale di ogni partecipante, perseguita con un lavoro  di sintonizzazioni affettive, le quali sono possibili e facilitate grazie a strategie specifiche della comunicazione non verbale (Postacchini P. L., Ricciotti A., Borghesi M., Lineamenti di musicoterapia, Las Nuova Italia Scientifica, Roma, 1997).

Momenti divertenti e di armonia durante la musicoterapia

In questa sessione sono stati utilizzati suoni, musica e gli strumenti corporeo-sonoro-musicali per sviluppare, elaborare e analizzare una relazione fra musicoterapeuta e singolo partecipanti e fra l’intero gruppo, con l’obiettivo di migliorarne la qualità di vita e recuperarli per l’inserimento sociale (Benenzon R., Hemsy de Gainza V., Wagner G., La nuova musicoterapia, Phoenix Editrice, 1997).

Mani che si incontrano ed anime che si uniscono fra musica ed empatia

Le vostre Valentina (psicologa) e Luciana (musicoterapia) vi salutano con affetto e vi ricordano il prossimo appuntamento, che si terrà lunedì 18 novembre.

Incontro di lunedì 21 ottobre

La stimolazione cognitiva dell’incontro di lunedì 21 ottobre ha avuto come obiettivo quello di rendere ogni partecipante al gruppo interessato alle relazioni con gli altri membri e focalizzato sull’ambiente circostante. Sono state utilizzate sollecitazioni verbali e visive per rafforzare le informazioni di base di ogni anziano, rispetto alle coordinate spazio-temporali e alla propria storia personale.

In primo luogo, è stata effettuata una stimolazione dell’orientamento personale, con la rievocazione del ricordo dei dati anagrafici e della propria storia personale, attraverso il confronto con le reminiscenze degli altri compagni.

In secondo luogo, è stata effettuata una stimolazione dell’orientamento temporale, con la rievocazione del ricordo del giorno, del mese e dell’anno, con particolare attenzione al clima e alla stagione di riferimento

Il nostro Juan, la nostra Rosanna e la nostra psicologa Valentina mostrano l’anno e la stagione di riferimento appena rievocati.

In terzo luogo, è stata effettuata una stimolazione dell’orientamento spaziale, con la rievocazione del luogo di incontro e di percorsi noti (ad esempio, dalla propria abitazione al luogo di incontro o dalla propria abitazione all’abitazione di un altro partecipante), attraverso continui richiami alla memoria spaziale e l’utilizzo di mappe per favorire l’orientamento topografico.

La nostra Carmela intenta a mostrare una cartina in cui ha ritrovato il proprio luogo di residenza.

La musicoterapia ha permesso di accorpare l’ascolto di brani cantautorali famosi con l’accostamento visivo del cantante di riferimento. Ciò ha favorito la riattivazione della memoria semantica dal punto di vista visivo e musicale, al fine di trovare diverse vie di accesso per il reperimento dei propri ricordi, e la riattivazione della memoria episodica, con il recupero di ricordi autobiografici connessi a quella canzone e il loro corretto ricollocamento nella personale linea temporale del proprio Sé autobiografico.

La nostra Rosanna, la nostra Carmela e il nostro Juan intenti ad ascoltare “Volare” di Domenico Modugno.

Successivamente, ogni anziano ha potuto scegliere uno strumento musicale, al fine di provare a seguire il ritmo delle canzoni italiane in maniera più diretta e fisica. Ciò aiuta a scaricare la tensione interna, l’irrequietezza e a comunicare le proprie emozioni in maniera più fluida.

La nostra Elsa intenta ad utilizzare il tamburello.

Infine, sono stati ascoltati brani popolari, al fine di favorire il divertimento e la coesione sociale all’interno del gruppo.

Il nostro Sergio mentre sorride alla nostra musicoterapeuta Luciana durante l’ascolto di un brano popolare.

Le vostre Valentina (psicologa) e Luciana (musicoterapeuta) vi ringraziano per l’affetto dimostrato ad ogni incontro, vi salutano e vi ricordano il prossimo appuntamento che si terrà lunedì 28 ottobre.

Incontro di lunedì 14 ottobre

L’attività di stimolazione cognitiva dell’incontro tenuto lunedì 14 ottobre si è aperta con la rievocazione della data del giorno e del nome del luogo di incontro da parte dei partecipanti, al fine di stimolare l’orientamento temporale e l’orientamento spaziale nel qui ed ora.

Le nostre Carmela e Rosanna immortalate mentre mostrano dei cartoncini con il mese e il numero corrispondente, appena recuperati in sinergia.

Successivamente, grazie all’inserimento di una nuova partecipante, si è passati alla stimolazione della memoria autobiografica, con il recupero di fatti ed avvenimenti dalla propria storia personale tramite domande mirate a riattivare la reminiscenza autobiografica, a dare un senso di continuità ai propri ricordi e a presentarsi agli altri membri del gruppo, per creare coesione sociale.

La nostra Elsa e la nostra Françoise immortalate sorridenti mentre cercano di conoscersi meglio.

La musicoterapia ha permesso ad ogni partecipante di scaricare tensioni ed emozioni inespresse attraverso l’utilizzo degli strumenti musicali. Tramite il rapporto con lo strumento scelto personalmente tra tanti, ogni anziano ha potuto ridurre la propria fatica e il proprio stress fisico, attivando processi di conoscenza intra-e-interpersonali, nel rapporto con se stessi e gli altri.

La nostra Carmela immortalata durante il suo utilizzo del timpano.
Il nostro Gigi immortalato durante l’utilizzo del tamburello.

Inoltre ogni partecipante ha potuto realizzare un dialogo musicale con la nostra musicoterapeuta, al fine di entrare in contatto diretto con il proprio Sé e la propria creatività e per migliorare la capacità di focalizzazione attenzionale (attraverso lo stimolo sonoro espresso e ricevuto) e le abilità psicomotorie quali l’agilità, la coordinazione e la mobilità.

La nostra Françoise e la nostra musicoterapeuta Luciana immortalate durante un dialogo musicale.

Le vostre Valentina (psicologa) e Luciana (musicoterapeuta) vi ringraziano per l’affetto dimostrato ad ogni incontro e vi ricordano il prossimo appuntamento, che si terrà lunedì 21 ottobre, sempre presso i locali messi a disposizione dalla Parrocchia Sant’Eugenio I sita in Pavona.

Incontro di lunedì 29 luglio

Come da abitudine consolidata, l’incontro si è aperto con il recupero della data del giorno e del nome del luogo di aggregazione, per stimolare l’orientamento temporale e l’orientamento spaziale nel qui ed ora.

Carmela e Rosanna intente a mostrare la data del giorno appena rievocata.

La sessione di Stimolazione Cognitiva dell’incontro è stata incentrata sull’orientamento temporale e spaziale, nel recupero di elementi e momenti stagionali tipici, con un confronto fra l’estate (periodo attuale) e l’autunno (prossima stagione). La stimolazione è avvenuta in chiave ludica, con la costruzione di cartelloni: tale attività ha impiegato sia uno sforzo mnesico-attentivo che uno di elaborazione/gestione visuospaziale e di interazione sociale nella gestione delle informazioni e di tutti gli elementi a disposizione.

Carmela e Rosanna intente a mostrare i cartelloni appena realizzati.

La sessione di Musicoterapia ha visto la stimolazione della memoria a lungo termine, col recupero dell’Inno di Italia e dell’Inno della Francia (confronto attuato grazie alla presenza di una nostra cara partecipante francese).

Luciana, la nostra musicoterapeuta, intenta a mostrare dei cartoncini colorati al nostro Gigi per permettergli la rievocazione della bandiera francese.

Successivamente è stato attuato un dialogo musicale tra musicoterapeuta e ogni singolo partecipante, al fine di stimolare la risposta emotiva, le capacità attenzionali e frontali di ideazione e programmazione del gesto.

Dialogo musicale tra Luciana, la nostra musicoterapeuta, e Rosanna, la nostra cara e attiva partecipante.

Per concludere, si è passati all’ascolto e al canto di musica popolare tipica e del brano di chiusura delle attività scelto dai partecipanti stessi, ossia “Te c’hanno mai mannato a quel paese”.

Ascolto comunitario dei brani.

Questo è stato l’ultimo incontro prima delle vacanze estive del mese di agosto. Riprenderemo le attività lunedì 2 settembre.

Valentina, la nostra psicologa, in un autoscatto con il nostro Gigi, mentre vi augurano buone vacanze.

L’associazione CASAlzheimer ci tiene ad augurarvi buone vacanze e di trascorrere un sereno mese di agosto.

A presto con tanti e nuovi aggiornamenti sui vostri progetti!

Incontro del 24 giugno 2019

L’odierna riunione dei partecipanti del gruppo Attivamente Anziani ha visto una sessione di stimolazione cognitiva intensiva, ludica e mirata alle nostre due attive signore sempre presenti, Carmela e Rosanna.

Come ogni lunedì, l’incontro si è aperto con il recupero della data del giorno e del nome del luogo fisico di ritrovo, al fine di riattivare l’orientamento temporale e spaziale nel qui e nell’ora.

Rosanna e Carmela mostrano un foglio con la data del giorno recuperata, grazie all’ausilio di stimoli verbali e ambientali.

Successivamente si è passati all’organizzazione dello scopo della sessione: la costruzione di cartelloni riguardanti le stagioni. Per l’occasione, sono stati presi in esame due periodi dell’anno diametralmente opposti: l’estate (al fine di permettere la focalizzazione dell’attenzione sul momento attuale di vita) e l’inverno (al fine di favorire il recupero dalla memoria di eventi consolidati e fatti da alcuni mesi terminati e immagazzinati).

Questo esercizio, ludico e creativo, ha permesso di allenare diversi domini cognitivi. In primo luogo, è stato richiesto di scrivere un pensiero riguardante la stagione in oggetto, comprensivo degli elementi più caratteristici del periodo: dalla frutta, ai fiori, ai colori, all’abbigliamento, per finire alle possibili attività da svolgere in ogni tempo. Tale mansione ha favorito il recupero degli stimoli dalla memoria semantica, la rievocazione di fatti personali dalla memoria episodica e la corretta organizzazione e pianificazione degli elementi emersi tramite la reattività delle funzioni esecutive frontali.

Rosanna e Carmela intente a scrivere i loro pensieri riguardanti l’estate.

Sono stati, poi, presentati elementi visivi divisi in diverse categorie (esempio, “foglio animali”, “foglio frutta”, “foglio fiori” e così via), con la richiesta di scegliere le immagini più pertinenti per la stagione presa in considerazione. Questo esercizio richiede una grande capacità di focalizzazione dell’attenzione sul materiale proposto e uno sforzo nell’inibizione di elementi distraenti e incongruenti allo scopo preposto, rafforzando, così, la reattività dell’attenzione selettiva.

Rosanna e Carmela intente a scegliere gli elementi più appropriati dei fogli a disposizione.

A tale scelta è seguito il ritaglio delle figure e la loro disposizione sul cartellone, tramite colla. Oltre ad allenare le capacità visuospaziali e di gestione dello spazio limitato, in questo momento si è dato ampio margine all’utilizzo ottimale delle abilità prassiche.

Rosanna intenta a ritagliare le immagini, mentre Carmela incolla le figure sul cartellone, gestendo lo spazio a disposizione.

Con grande gioia delle nostre Carmela e Rosanna, ecco i risultati finali:

Rosanna e Carmela mostrano il primo cartellone finito.
Rosanna e Carmela mostrano il secondo cartellone finito.

CASAlzheimer vi ringrazia per l’attenzione, l’attiva collaborazione e partecipazione e vi saluta affettuosamente, ricordandovi il prossimo appuntamento: lunedì 1 luglio.

A presto!

Con affetto, Valentina

ALBANO INSIEME e CASAlzheimer – giornata di festa!

Con questo post ci teniamo a ringraziare tutti i volontari e le volontarie che hanno partecipato alla festa conclusiva del grande progetto Albano Insieme, che ogni anno raccoglie tutte le Associazioni del territorio insieme alle scuole di ogni ordine e grado.

Un grazie speciale a chi si è svegliato di buon ora per allestire, 

a chi ha partecipato alla sfilata, 

a chi ha prodotto i bellissimi oggetti, 

a chi ha gonfiato palloncini, a chi ha spiegato i progetti rivolti agli anziani che portiamo avanti tutte le settimane, a chi ha smontato il tutto, all’Assessore Zeppieri e al Sindaco Marini che hanno sostenuto sempre la Festa e un grazie anche a chi avrebbe voluto fortemente esserci ma non ha potuto! 

CARNEVALE CON CASALZHEIMER: DIVERTIMENTO ASSICURATO!

Abbiamo trascorso un grande pomeriggio lo scorso lunedì, al teatro della Parrocchia S. Eugenio I di Pavona, per festeggiare il Carnevale: eravamo proprio in tanti e tutti pronti a ballare e divertirci!

Un sentito ringraziamento a tutti i volontari e le volontarie che hanno reso possibile la festa, a Litterio e ad Eduardo che hanno animato con canzoni e balli, a Carlo e a Don Alessandro che ci hanno dato la disponibilità del teatro e alla Sindaca di Castel Gandolfo Milvia Monachesi che è venuta festeggiare insieme a noi e a ballare nel gruppo!

Arrivederci alla prossima Festa!

C.A.S.Alzheimer – PROGETTI PER IL 2017

Cari Amici e Amiche,

eccoci ad iniziare questo nuovo anno con in mente numerosi progetti che possano dare un aiuto riabilitativo alle persone che soffrono delle varie forme di demenza e un sollievo ai loro familiari.

Lo scorso anno abbiamo aperto la nostra nuova sede di Albano Laziale in via Alcide De Gasperi, 30, dove abbiamo continuato a svolgere regolarmente il Caffè Alzheimer, momento di incontro per familiari attivato fin dal 2013 dove confrontarsi e ricevere formazione nella gestione assistenziale, comportamentale e relazionale dei propria cari grazie alla conduzione di un psicoterapeuta esperto nella conduzioni di questi gruppi specifici. 46 persone tra familiari, assistenti domiciliari e persone con malattia hanno partecipato almeno ad uno dei venti incontri fatti, con una media ad incontro di 16 persone.

Nel maggio scorso abbiamo intrapreso anche “ATTIVAmente ANZIANI -modello COGS CLUB“, dove un pomeriggio a settimana, anziani con diagnosi di Alzheimer o di altra malattia dementigena  ricevono stimolazione cognitiva, attività occupazionale, attività motoria e musicale in un ambiente sereno. La conduzione professionale è affidata ad un terapista occupazionale Dott. Runza e ad una psicoterapeuta Dott.ssa Cascone, con la collaborazione attiva di due nostre volontarie che settimanalmente turnano e la consulenza scientifica del geriatra Dott. Antonello Silvestri.

In questa prima annualità abbiamo svolto 29 incontri a cui hanno partecipato complessivamente 16 anziani con una media ad incontro di 8 anziani. Ci troveremo anche quest’anno nei locali della Parrocchia di S. Eugenio a Pavona.

Questi due progetti continueranno regolarmente nel corso di questo 2017.

Inoltre ci stiamo organizzando per offrire un servizio di terapia occupazionaledirettamente a domicilio, per insegnare ai familiari a casa come essere d’aiuto ai loro cari nel mantenimento delle capacità e delle autonomie.

Ricordiamo che tutti queste attività sono gratuite per gli anziani e i loro familiari, come Associazione di Volontariato noi ci finanziamo attraverso:

  • il tesseramento annuale di 10 euro,
  • donazioni di privati,
  • il 5X1000 nella dichiarazione dei redditi,
  • organizzazione di eventi di finanziamento – FESTA D’ESTATE – CENA DI NATALE grazie all’aiuto di Associazioni come la San Francesco per la Pace di Albano Laziale,
  • lo scorso anno siamo stati premiati dalla Banca di Credito Cooperativo “Toniolo” per la originalità del progetto sociale “ATTIVAmente ANZIANI”,
  • banchetti informativi durante i mercati domenicali nel centro di Albano.

Se avete bisogno, volete chiedere informazioni o partecipare come volontari alle nostre attività dovete chiamare il 339.71 55 997 oppure scrivere a  casalzheimer@gmail.com.

Per donazioni a sostegno dei progetti:

BCC “G. Toniolo”  IBAN: IT05H0895138900000000351387

intestato a C.A.S.Alzheimer – Centro Albano Sostegno Alzheimer

Partecipate con noi!

il Presidente

Dott. Mirko Menabue

CENA CASAlzheimer – RACCOLTA FONDI PROGETTI – 29 OTTOBRE

Cari Soci e Amici,

vi invitiamo alla cena di CASAlzheimer che si terrà il prossimo SABATO 29 OTTOBRE, organizzata grazie all’Associazione S. Francesco Insieme per la Pace che tanto si sta spendendo per i nostri scopi.

locandina-cena-29-ottobre

Questa cena è stata organizzata per stare insieme, conoscere i progetti portati avanti dall’Associazione e raccogliere fondi per la continuazione e il potenziamento delle attività portate avanti in questo anno.

In particolare si tratterà il progetto “ATTIVAmente ANZIANI” che permette di svolgere attività occupazionali e riattivazione cognitiva con operatori qualificati e volontari a tredici anziani con problemi di memoria che partecipano settimanalmente.

Vi aspettiamo numerosi!

Un caloroso ringraziamento a tutti,

il Presidente

dott. Mirko Menabue

GIORNATA MONDIALE DELL’ALZHEIMER

Venerdi scorso al Convegno sulle Demenze, organizzato dalla Prof.ssa Bartorelli e Alzheimer Uniti ONLUS, il Dott. Litterio Runza ha presentato una relazione sulla terapia occupazionale, riprendendo l’attività con gli anziani che stiamo portando avanti da maggio scorso a Pavona di Albano Laziale, ATTIVAmente ANZIANI – modello COGS CLUB.

img-20160923-wa0004img-20160923-wa0006

img-20160923-wa0003