Incontro di lunedì 10 giugno

L’incontro odierno si è aperto con la costruzione temporale della data, da parte dei nostri due grandi e attivi partecipanti, Gigi e Carmela.

Gigi e Carmela mostrano la data del giorno appena scritta.

Successivamente si è passati al riconoscimento dei cinque sensi, prima a livello puramente cognitivo, con la possibile definizione di ognuno nella sua struttura e nel suo funzionamento…

Carmela mentre compila la scheda descrittiva dedicata al senso dell’occhio.

…per poi terminare con un livello più pratico di manipolazione di oggetti; ad esempio nella concreta descrizione di un palloncino nel suo materiale costituente, nel suono che può produrre e nelle azioni che con esso è possibile fare. Un esercizio sui cinque sensi permette di prendere coscienza della propria immagine corporea, attraverso l’esplorazione dell’ambiente circostante nella sua interezza sensoriale.

Gigi mentre manipola in armonia il palloncino, descrivendo la sensazione sulle mani del materiale costituente l’oggetto.

Al fine di stimolare l’orientamento personale, è stato richiesto, tramite domande mirate, di ricostruire il proprio ambiente domestico, identificando le stanze più vissute e gli oggetti di rilevanza per la propria quotidianità

Gigi e Carmela immortalati mentre si confrontano sulla collocazione delle stanze nelle rispettive abitazioni.

Si è trovato anche il giusto momento per l’orientamento spaziale, per permettere di percorrere la cartina italiana e di scoprire le regioni nelle loro particolarità artistiche, geografiche e culinarie.

La nostra Carmela intenta a colorare le regioni italiane durante la loro identificazione.

Per concludere, è stato riordinato parte del materiale che l’Associazione ha a disposizione, al fine di lasciare ai partecipanti la volontà decisionale di possibili attività che vorrebbero svolgere nei prossimi incontri.

La nostra Carmela mentre mostra parte del materiale suddiviso e riordinato, manifestando una preferenza per gli acquarelli.

Ringraziandovi sempre per l’attiva partecipazione e l’interesse dimostrato, CASAlzheimer vi saluta e vi invita ad aderire al prossimo incontro.

A lunedì prossimo!

Con sincero affetto, Valentina

ALBANO INSIEME e CASAlzheimer: giornata di festa!

Con questo post ci teniamo a ringraziare tutti i volontari e le volontarie che hanno partecipato alla festa conclusiva del grande progetto Albano Insieme, che ogni anno raccoglie tutte le Associazioni del territorio insieme alle scuole di ogni ordine e grado.

Un grazie di cuore a chi si è svegliato presto questa domenica mattina per allestire il nostro spazio, a chi ha partecipato alla sfilata, a chi ha montato il gazebo e gonfiato i palloncini e un grazie a chi ha spiegato i progetti rivolti agli anziani che portiamo avanti tutte le settimane e all’Assessore Zeppieri e al Sindaco Marini, da sempre grandi sostenitori di questa Festa!

Un grazie speciale va alla Classe IB dell’Istituto Comprensivo Albano sito in Via Virgilio, per aver partecipato con attenzione ed entusiasmo alle attività formative proposte dalle nostre operatrici e per averci dedicato questi splendidi disegni:

Arrivederci al prossimo anno!

Incontro di lunedì 3 giugno 2019

L’incontro di lunedì 3 giugno si è svolto iniziando dall’orientamento temporale, con la richiesta di rievocare la data del giorno.

Rosanna mostra la data del giorno scritta.

Attraverso la compilazione di una scheda autobiografica, i nostri due anziani partecipanti, Rosanna e Gigi, hanno potuto beneficiare della stimolazione dell’orientamento personale, al fine di sviluppare una percezione di continuità del proprio Sé rispetto al presente.

Successivamente si è svolto un esercizio che coinvolge massicciamente l’attività dei lobi frontali, con il richiamo di uno stimolo (oggetto o animale) dalla memoria semantica e la richiesta di individuarne alcune particolarità (peso, altezza o costo), al fine di stimolare le capacità di flessibilità cognitiva, sintesi e analisi delle informazioni e di inibizione di elementi irrilevanti al compito.

Rosanna e Gigi discutono sull’altezza del semaforo sito in Pavona, luogo della Chiesa in cui si sono ritrovati per la stimolazione cognitiva.

Ciò ha permesso anche di prendere in considerazione alcuni oggetti particolari e di mimarne l’uso, al fine di stimolare sia la parte ideativa che di esecuzione di un movimento legato ad uno stimolo noto.

Il nostro Gigi raffigurato mentre simula il gesto dell’utilizzo delle manette.

Infine si è svolto un esercizio di accesso al lessico mentale, al fine i recuperare in primo luogo gli strumenti di lavoro utilizzati da diverse categorie professionali e, in secondo luogo, personaggi noti.

Rosanna e Gigi mentre discutono sui possibili attrezzi di lavoro utilizzati da un carrozziere.

Arrivederci al prossimo incontro!

Valentina

Incontro del 27 maggio 2019

Fase iniziale dell’incontro di Stimolazione Cognitiva: costruzione comunitaria del pannello temporale con i partecipanti, insieme alla psicologa Valentina.

Oggi, lunedì 27 maggio 2019, è stata una giornata uggiosa, dalle nubi pesanti e cariche di acqua, ma niente di tutto questo è riuscito a fermare i nostri volonterosi e attivi partecipanti, che, come ogni lunedì, si sono riuniti con le due conduttrici del gruppo Attivamente Anziani, Valentina e Luciana, per prendere parte ad attività in grado di stimolare mente e corpo. L’incontro è iniziato dalla costruzione di un pannello temporale, con la data del giorno, per favorire l’orientamento temporale dei nostri arzilli anziani e il recupero di fatti ben consolidati dalla memoria a lungo termine.

La nostra Carmela intenta a congiungere tutti i numeri che le sono stati assegnati, per far emergere un simpatico pinguino dal foglio.

Successivamente, è stato proposto un compito in grado di stimolare la capacità di pianificazione spaziale con un’attività di tipo visuo-motoria: con un pennarello ogni partecipante ha unito dei numeri, in ordine crescente, per far emergere una figura da rilevare e denominare correttamente. Questa attività richiede le seguenti capacità:

  • Riconoscimento dei numeri;
  • Conoscenza e riproduzione di sequenze numeriche;
  • Flessibilità Cognitiva.

Inoltre vi è un accesso alla memoria semantica nel riconoscimento delle figure emerse.

La nostra Rosanna ha scelto il colore rosso per far emergere quello che sarà un grazioso elefante.

L’attività di stimolazione cognitiva ha previsto anche uno scambio comunicativo tra i partecipanti, al fine di favorire l’esercizio della produzione e comprensione linguistica e la coesione sociale nel gruppo. Il tema centrale è stato “L’Italia e le sue Città”. A turno, ogni membro presente doveva nominare una città italiana e descriverla, elencando il piatto tipico, il monumento storico più famoso e il personaggio più noto del suddetto luogo. Questo esercizio ha permesso la stimolazione della fluenza verbale su chiave semantica.

Il nostro Gigi mostra il foglio appena compilato in maniera comunitaria.

La Musicoterapia, invece, ha permesso ai nostri anziani di approcciarsi alla musica con una grande varietà di strumenti, che sono stati accuratamente presentati nel loro nome e nel loro suono.

In questa sessione è stato svolto un esercizio con lo scopo di stimolare la memoria a breve termine nell’associazione di un comando vocale ad un colore, di inibire una risposta inappropriata nel tentativo di attenersi strettamente all’istruzione ricevuta e di giocare con la propria voce, modulandola in base alla richiesta del momento.

La musicoterapeuta ha fornito la prima istruzione: il cartoncino verde corrisponde alla vocale A. I partecipanti vedono il cartoncino, la mano alzata e devono aumentare il tono di voce nel pronunciare questa lettera.

Per concludere, è stato realizzato un vero e proprio dialogo musicale tra musicoterapeuta e singolo partecipante, fatto di botta e risposta a suon di strumento musicale usato, per lasciare all’anziano libero sfogo emozionale con una comunicazione non verbale.

Luciana la musicoterapeuta e Gigi mentre “parlano” usando i propri strumenti musicali.

Ringraziandovi per la partecipazione e l’affetto dimostrati, vi salutiamo con un arrivederci al prossimo incontro!

Valentina e Luciana

GLI STILI DI VITA CHE PREVENGONO L’ALZHEIMER

Il 30 settembre 2017, presso il Bar Sesta, si terrà un incontro informativo rivolto alla cittadinanza, in cui si tratterà il tema dell’Alzheimer e lo stile di vita da seguire per prevenire l’insorgenza del decadimento cognitivo e contrastare la rapida progressione della demenza.

Vi aspettiamo numerosi!

CAFFE’ ALZHEIMER – LA PAROLA AL GERIATRA ANTONELLO SILVESTRI

Un sentito ringraziamento al Dottor Silvestri, geriatra dell’Ospedale Regina Apostolurum di Albano Laziale, per aver partecipato lunedì 3 luglio 2017 al Caffé Alzheimer, eccezionalmente svolto nel teatro della Parrocchia S. Eugenio I sita in Pavona.

Vogliamo rendervi partecipi di quanto accaduto, postando un resoconto dell’intervento ottenuto grazie al nostro volontario e segretario Vincenzo.

Arrivederci al prossimo appuntamento autunnale con il Dottor Silvestri!

Incontro con il Dottor Silvestri - Caffé Alzheimer

ALBANO LAZIALE CITTÀ AMICA DELLA PERSONA CON DEMENZA

Il giorno 22 giugno 2017, presso la Sala Convegni di Palazzo Corsini, si terrà un seminario atto a sensibilizzare il territorio distrettuale e l’intera città di Albano Laziale circa i nuovi approcci deputati alla gestione complessiva della malattia, denominati Dementia Friendly Communities (Comunità Amichevole).

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Albano Laziale ed è sostenuta e supervisionata scientificamente dalla Prof.ssa Luisa Bartorelli, Presidente Alzheimer Uniti Roma.

Vi invitiamo calorosamente a partecipare numerosi!

Ci sarà anche l’intervento del presidente dell’Associazione C.A.S.Alzheimer, il Dottor Mirko Menabue.

ALBANO INSIEME e CASAlzheimer – giornata di festa!

Con questo post ci teniamo a ringraziare tutti i volontari e le volontarie che hanno partecipato alla festa conclusiva del grande progetto Albano Insieme, che ogni anno raccoglie tutte le Associazioni del territorio insieme alle scuole di ogni ordine e grado.

Un grazie speciale a chi si è svegliato di buon ora per allestire, 

a chi ha partecipato alla sfilata, 

a chi ha prodotto i bellissimi oggetti, 

a chi ha gonfiato palloncini, a chi ha spiegato i progetti rivolti agli anziani che portiamo avanti tutte le settimane, a chi ha smontato il tutto, all’Assessore Zeppieri e al Sindaco Marini che hanno sostenuto sempre la Festa e un grazie anche a chi avrebbe voluto fortemente esserci ma non ha potuto! 

CARNEVALE CON CASALZHEIMER: DIVERTIMENTO ASSICURATO!

Abbiamo trascorso un grande pomeriggio lo scorso lunedì, al teatro della Parrocchia S. Eugenio I di Pavona, per festeggiare il Carnevale: eravamo proprio in tanti e tutti pronti a ballare e divertirci!

Un sentito ringraziamento a tutti i volontari e le volontarie che hanno reso possibile la festa, a Litterio e ad Eduardo che hanno animato con canzoni e balli, a Carlo e a Don Alessandro che ci hanno dato la disponibilità del teatro e alla Sindaca di Castel Gandolfo Milvia Monachesi che è venuta festeggiare insieme a noi e a ballare nel gruppo!

Arrivederci alla prossima Festa!

C.A.S.Alzheimer – PROGETTI PER IL 2017

Cari Amici e Amiche,

eccoci ad iniziare questo nuovo anno con in mente numerosi progetti che possano dare un aiuto riabilitativo alle persone che soffrono delle varie forme di demenza e un sollievo ai loro familiari.

Lo scorso anno abbiamo aperto la nostra nuova sede di Albano Laziale in via Alcide De Gasperi, 30, dove abbiamo continuato a svolgere regolarmente il Caffè Alzheimer, momento di incontro per familiari attivato fin dal 2013 dove confrontarsi e ricevere formazione nella gestione assistenziale, comportamentale e relazionale dei propria cari grazie alla conduzione di un psicoterapeuta esperto nella conduzioni di questi gruppi specifici. 46 persone tra familiari, assistenti domiciliari e persone con malattia hanno partecipato almeno ad uno dei venti incontri fatti, con una media ad incontro di 16 persone.

Nel maggio scorso abbiamo intrapreso anche “ATTIVAmente ANZIANI -modello COGS CLUB“, dove un pomeriggio a settimana, anziani con diagnosi di Alzheimer o di altra malattia dementigena  ricevono stimolazione cognitiva, attività occupazionale, attività motoria e musicale in un ambiente sereno. La conduzione professionale è affidata ad un terapista occupazionale Dott. Runza e ad una psicoterapeuta Dott.ssa Cascone, con la collaborazione attiva di due nostre volontarie che settimanalmente turnano e la consulenza scientifica del geriatra Dott. Antonello Silvestri.

In questa prima annualità abbiamo svolto 29 incontri a cui hanno partecipato complessivamente 16 anziani con una media ad incontro di 8 anziani. Ci troveremo anche quest’anno nei locali della Parrocchia di S. Eugenio a Pavona.

Questi due progetti continueranno regolarmente nel corso di questo 2017.

Inoltre ci stiamo organizzando per offrire un servizio di terapia occupazionaledirettamente a domicilio, per insegnare ai familiari a casa come essere d’aiuto ai loro cari nel mantenimento delle capacità e delle autonomie.

Ricordiamo che tutti queste attività sono gratuite per gli anziani e i loro familiari, come Associazione di Volontariato noi ci finanziamo attraverso:

  • il tesseramento annuale di 10 euro,
  • donazioni di privati,
  • il 5X1000 nella dichiarazione dei redditi,
  • organizzazione di eventi di finanziamento – FESTA D’ESTATE – CENA DI NATALE grazie all’aiuto di Associazioni come la San Francesco per la Pace di Albano Laziale,
  • lo scorso anno siamo stati premiati dalla Banca di Credito Cooperativo “Toniolo” per la originalità del progetto sociale “ATTIVAmente ANZIANI”,
  • banchetti informativi durante i mercati domenicali nel centro di Albano.

Se avete bisogno, volete chiedere informazioni o partecipare come volontari alle nostre attività dovete chiamare il 339.71 55 997 oppure scrivere a  casalzheimer@gmail.com.

Per donazioni a sostegno dei progetti:

BCC “G. Toniolo”  IBAN: IT05H0895138900000000351387

intestato a C.A.S.Alzheimer – Centro Albano Sostegno Alzheimer

Partecipate con noi!

il Presidente

Dott. Mirko Menabue